Grazie e a presto a “Levico… in famiglia”!

Come forse vi sarete accorti, lo scorso sabato alla “Festa di mezza estate” in piazza c’era un tavolo allestito dall’Associazione “Levico…in famiglia”, che vogliamo ringraziare per la partecipazione.

Per chi se lo fosse perso o volesse saperne qualcosa in più, condividiamo alcune informazioni sull’Associazione e i loro contatti.

Speriamo comunque che sia solo la prima di molte iniziative insieme!

L’associazione “Levico … in famiglia” è nata nel 2013 a seguito del bisogno espresso da un gruppo di genitori di poter avere uno spazio dove incontrarsi, un luogo di stimolo, confronto, scambio per genitori e figli, che dia anche la possibilità di organizzare alcune attività come ad esempio laboratori per bambini, serate a tema per i genitori, con lo scopo di costruire una rete tra famiglie.

 Attraverso un questionario curato da un’educatrice professionista, si è capito che l’apertura di uno spazio dedicato alle famiglie è un importante supporto in particolare per i genitori nei primi anni di vita dei bambini e può contribuire in modo significativo ad aumentare il benessere e la coesione delle famiglie nel territorio.

 Nel corso del suo secondo anno di attività l’associazione “Levico … in famiglia”, che ha la sua sede presso le ex scuole medie di Levico Terme in via Sluca de Matteoni, ha proposto con soddisfazione molte attività rivolte a bambini e adulti. Alcune di esse stanno finendo, altre sono in essere e alcune, legate a nuove collaborazioni strette con altri enti sul territorio, sono in via di definizione.

 Il Comune di Levico Terme, l’APPM, e il Gruppo Famiglie Valsugana, impegnati anch’essi nella realizzazione del Distretto Famiglia, sono gli enti con i quali l’associazione sta attualmente collaborando.

Sul sito http://levicoinfamiglia.blogspot.it  si possono trovare tutte le informazioni sulle attività proposte dall’Associazione.

Contatti:

E-mail levicoinfamiglia@gmail.com

Cristina 333-2749865

Grazia 338-5964329

Nicoletta 339-4144582

levicoinfamiglia

Annunci

Mozione Autostrada Valdastico

Pubblichiamo di seguito il testo integrale della Mozione presentata il 15 Luglio dal gruppo di Maggioranza e approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale nella seduta del 28 luglio 2015.

IMPEGNO A SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO, DEL TURISMO AD ESSO COLLEGATO E DELLA SALUTE DEI CITTADINI DEL LAGO
DI CALDONAZZO E ZONE LIMITROFE

 

PREMESSO CHE

  • nelle ultime settimane i vertici della Provincia Autonoma di Trento hanno manifestato disponibilità a partecipare ad un tavolo di lavoro con lo scopo di valutare eventuali proposte di sviluppo di un nuovo tratto autostradale che di fatto riprenderebbe le ipotesi discusse da circa 40 anni relative al completamento dell’autostrada A31-Valdastico Nord;
  • l’opera in questione prevede il collegamento tra l’alta Valdastico, nel vicentino, e l’Autostrada A22 del Brennero, nel tratto trentino compreso tra Rovereto e Trento, e quindi interessa la zona geologicamente delicata del massiccio della Vigolana;

CONSIDERATO CHE

  • Una delle ipotesi progettuali che verranno presumibilmente discusse nel tavolo indicato in premessa riguarda il collegamento del nuovo tratto autostradale con la strada statale della Valsugana, tramite una bretella di raccordo che interesserebbe la piana di Caldonazzo e la valle del Centa;
  • la realizzazione dell’opera in premessa non è supportata da studi preliminari che ne attestino la necessità in termini economici e finanziari, o di miglioramento dei flussi di traffico, né la fattibilità in termini di impatto geologico e ambientale;
  • nessuna delle comunità potenzialmente coinvolte nella realizzazione di quest’opera è stata ad oggi formalmente consultata né tantomeno coinvolta in alcun processo decisionale;
  • il consiglio comunale di Caldonazzo, riunitosi in seduta straordinaria il 13 luglio 2015, ha approvato all’unanimità una mozione condivisa che esprime forte contrarietà all’opera ed alle modalità con cui finora è stata discussa, e impegna l’amministrazione ad opporsi alla sua realizzazione con tutti i mezzi disponibili;
  • Il comune di Calceranica è proprietario di una superficie comprendente il pascolo di malga Zochi e l’area nota come “Aonè” o “Monte Cimon”, zone ad alta vocazione naturalistica, faunistica e turistica, potenzialmente interessate dal tracciato di prolungamento dell’A31;
  • l’amministrazione comunale di Calceranica si sta impegnando per favorire una fruizione a scopi ricreativi e turistici del proprio territorio, nel contesto dei territori limitrofi, basata sullo sviluppo di opere che fondano la loro funzionalità sulla preservazione del territorio, dell’ecosistema e della qualità dell’aria, quali il potenziamento di sentieri escursionistici e naturalistici, il completamento della pista ciclabile, la riqualificazione della zona lago, l’ampliamento dell’offerta gastronomica biologica, l’incentivo di attività sportive all’aria aperta;
  • la popolazione di Calceranica sta manifestando timori ed apprensioni circa il rischio che la realizzazione di quest’opera comporterebbe per la qualità della vita, la salute pubblica e l’integrità del territorio, come testimoniato dalle numerose segnalazioni ricevute e dalla presentazione di un’istanza di chiarimento;

RITENUTO CHE

  • ogni intervento progettuale che coinvolga l’area del lago di Caldonazzo e le valli circostanti porterebbe inevitabilmente a deturpare il territorio, rendendolo meno vivibile, meno salubre, meno sicuro e meno appetibile dal punto di vista turistico;
  • l’assunzione di una posizione chiara a difesa del territorio di Calceranica e delle aree limitrofe, della qualità della vita dei cittadini e degli interessi ambientali, turistici ed economici dell’intera zona si renda necessaria indipendentemente dall’ipotesi progettuale che verrà perseguita;
  • un’azione concertata da parte delle amministrazioni di tutti i comuni coinvolti dall’eventuale realizzazione di quest’opera, che sottolinei un’ampia convergenza su posizioni comuni di difesa del territorio, della salute pubblica e della qualità della vita, può creare i presupposti affinché tali posizioni vengano difese efficacemente e le istanze presentate vengano prese in maggiore considerazione;
  • il piano di potenziamento della viabilità in Valsugana dovrebbe tener conto di criticità note, quali il potenziamento dell’asse ferroviario, la messa in sicurezza della SS 47 e la riduzione del traffico nella zona del lago di Caldonazzo, che non verrebbero risolte con il collegamento alla nuova autostrada Valdastico;
  • ogni piano progettuale dovrebbe essere presentato solo dopo un’attenta e oggettiva valutazione dei rischi idrogeologici, della necessità economico/finanziaria, dell’impatto ambientale e paesaggistico, nonché della sua effettiva efficacia in termini di riduzione dei flussi di traffico e di costi/benefici per l’utenza;
  • ogni piano progettuale dovrebbe essere presentato solo dopo che sia stato condiviso con le realtà interessate, al termine di un percorso partecipativo di confronto;
  • un’amministrazione accorta deve essere attenta ai bisogni della comunità che rappresenta, ascoltando le perplessità, intercettando i timori ed agendo nelle sedi e nei modi opportuni al fine di tutelarne le esigenze.

Tutto ciò premesso e considerato, il gruppo di Maggioranza in Consiglio Comunale

IMPEGNA Il Sindaco e la Giunta Comunale

  • ad opporsi a qualunque ipotesi di progetto dell’autostrada Valdastico A31-nord che alteri l’integrità e l’assetto idrogeologico del territorio comunale e di quello dei comuni confinanti e, qualora le ipotesi di realizzazione di tale progetto si rivelassero fondate, a farsi promotori di proposte alternative che non intacchino il territorio, puntino a risolvere le vere criticità viarie della zona, tutelino la salute e la qualità di vita della comunità e non compromettano l’offerta turistica;
  • ad unirsi alla richiesta dei comuni vicini di presentare opportune istanze alla Provincia Autonoma di Trento affinché la PAT:
    • effettui una consultazione preventiva con le amministrazioni locali prima di sedersi al tavolo di concertazione con Stato e Regione Veneto;
    • inserisca una rappresentanza di delle amministrazioni locali nella delegazione che eventualmente dovesse essere formata per sedere a tale tavolo;
    • si renda disponibile a condividere le informazioni con i soggetti istituzionali locali, allargando di fatto la partecipazione alle decisioni che verranno prese in tale tavolo.

Calceranica al Lago, 15 Luglio 2015

Mozione_CalceranicaViva_01_2015

MozioneValdastico

Grande successo per la Festa di Mezza Estate

La nuova festa di mezza estate di sabato 25 luglio, organizzata e gestita interamente dagli amministratori comunali, ha visto una partecipazione ben al di sopra delle più rosee aspettative, riscontrando così un successo pieno, in parte inaspettato, e sicuramente di buon auspicio per il futuro. Spinti dalla voglia di passare una serata in compagnia, e probabilmente dalla curiosità di vedere l’amministrazione al completo all’opera in un contesto inusuale, cittadini e turisti sono accorsi in massa in Piazza Municipio per assaggiare la gustosa porchetta e bere qualcosa di fresco al fornitissimo bar allestito sotto il tendone. Per una sera Calceranica si è riscoperta viva e pulsante: la piazza pullulante di gente, il centro del paese animato dal mercato serale allestito per l’occasione, le nostre bellissime chiese aperte per le visite guidate, la splendida musica live proposta dalla band improvvisata dai consiglieri dei due gruppi, le iniziative per i più piccoli, sono stati gli elementi vincenti di una serata ben riuscita e molto apprezzata.

Il segreto di questo successo sta nell’entusiasmo e nella disponibilità dei consiglieri comunali e dei gruppi allargati di Calceranica Viva e Calceranica nel Cuore, che hanno partecipato attivamente alla preparazione della festa, al suo svolgimento ed alla pronta pulizia e risistemazione della piazza già dalla mattina successiva. In particolare, il Sindaco Cristian Uez ha creduto fin dall’inizio nella manifestazione e si è prodigato a tutti i livelli per la sua riuscita, ed il capogruppo di Calceranica nel Cuore Vincenzo D’Angelo ha coordinato instancabilmente i numerosi aspetti logistici e pratici prima, durante e dopo la manifestazione. Crediamo che l’esperienza di lavorare gomito a gomito per un obbiettivo comune si sia rivelata molto positiva per tutti noi amministratori. Abbiamo imparato a conoscerci meglio, e questo ci aiuterà a superare, o almeno affrontare costruttivamente, le inevitabili divergenze di opinione o di impostazione che ovviamente ci sono e continueranno ad esserci (siamo stati eletti con liste e programmi diversi) ma che fanno parte del normale confronto democratico. Crediamo però di aver mostrato di volere tutti quanti il bene di Calceranica, e di essere capaci di promuovere iniziative comuni per tirare fuori il meglio da questo nostro paese ricco di potenzialità forse troppo a lungo sopite.

Rivolgiamo un ringraziamento particolare a Ferruccio Martinelli e Silvia Marchesoni che si sono prestati per le visite guidate, apprezzatissime, alla Chiesa della Pieve e a S. Ermete, ed a Patricia dell’APT per il preziosissimo aiuto durante la serata. E soprattutto, grazie a tutti i nostri compaesani accorsi in massa ad animare la piazza per passare una gradevole serata in compagnia. Tutti assieme abbiamo dimostrato che, quando le proposte ci sono, sappiamo accoglierle ed essere davvero una comunità unita.

FestaMezzaEstate

CITTADINI E CULTURA

Buongiorno a tutti!
In queste settimane abbiamo avuto il privilegio di conoscere meglio alcune dimensioni inaspettate di questa nostra Calceranica.
Poeti, storici, musicisti, sportivi, scrittori, viaggiatori, fotografi…
Culture e passioni che possono essere di grande ispirazione per tanti.
La proposta che facciamo a tutti Voi, portatori di virtù, storie, talenti ed hobby di vario genere, è quindi quella di mettere generosamente a disposizione i vostri saperi, anche solo per una serata.
Una tesi, un viaggio, una canzone, un libro, un progetto, un ricordo … Contributi preziosi da condividere.

Se vi sentite sollecitati…non esitate … CALCERANICA È CULTURA…. INSIEME A VOI!!!
Vi aspettiamo!

potete scrivere a
cinzia.tartarotti@tin.it
martinellisilvia@hotmail.it

Calceranica Viva nel Cuore organizza la Festa di Mezza Estate

A tre settimane dalla sagra paesana, sabato 25 Luglio la Piazza di Calceranica sarà di nuovo animata da musica, gastronomia e intrattenimento. La novità è che questa volta l’iniziativa non parte dal mondo delle Associazioni, ma direttamente dagli amministratori. Così, da un’idea del capogruppo di Calceranica nel Cuore Vincenzo D’Angelo prontamente raccolta dal sindaco Cristian Uez eletto con la lista Calceranica Viva, si è accesa la miccia di un evento molto particolare: una serata di festa organizzata e gestita interamente dai due gruppi consiliari di Calceranica. Alternandosi tra la cucina ed il palco musicale in un contesto forse inusuale ma che sicuramente desterà interesse e curiosità, i nuovi amministratori lavoreranno in sinergia a servizio diretto dei concittadini e dei turisti che si spera accorrano numerosi a salutare questa iniziativa. Il fine dell’iniziativa è presto detto: in un momento di particolari ristrettezze per le casse comunali, in cui il bilancio lascia ben poche possibilità di ospitare le numerose e valide manifestazioni estive che questa piazza meriterebbe, abbiamo pensato di animarla noi stessi mettendoci a disposizione in prima persona. Inoltre, se tutto andrà bene potremo raccogliere qualche fondo da destinare al finanziamento di ulteriori eventi a scopo ricreativo o turistico.

Il format della serata sarà di per sé una novità, con un menù semplice ma innovativo ed un servizio bar ben fornito che accompagneranno diverse forme di intrattenimento musicale e culturale. Comunicandovi che il programma verrà reso noto nei prossimi giorni, non ci resta che invitarvi a partecipare a questa serata di buona cucina, musica e divertimento nel segno di Calceranica Viva nel Cuore. Accorrete numerosi!

CalceViva_small   CalceCuore

Una sagra di buon auspicio per il futuro

Bella, per certi aspetti nuova, propositiva e densa di appuntamenti, soprattutto riuscita: questo pare essere il giudizio dell’opinione pubblica sui tre giorni della sagra di S. Pietro a Calceranica, finalmente tornata nel centro del paese. Dopo lunghi anni di oblio, infatti, Piazza Municipio ha ripreso ad essere il punto nevralgico, dinamico e propulsore che la comunità attendeva. Una piazza vissuta intensamente dove il chiasso tipico dei giorni di festa e il trambusto frizzante di un continuo insolito viavai ha coinvolto centinaia di persone fra concittadini e ospiti, adulti e bambini, semplici curiosi e atleti improvvisati.

Un successo reso possibile grazie alla collaborazione fra le associazioni e l’Amministrazione Comunale, che dal canto suo si è immediatamente attivata per cercare di agevolare l’organizzazione della più bella festa del paese. Così, accanto a manifestazioni usuali, come la Ricerca dell’Oro nel greto del Mandola a cura del Gruppo Culturale Miniera, abbiamo assistito alla riproposizione di iniziative ormai assopite da tempo, come la mai dimenticata corsa non competitiva “Dal Lago al Croz dell’Anza Rossa”, curata per la logistica dall’Associazione Atletica Valsugana e per il supporto itinerante dall’Associazione “Senza Freni”. In totale 11 Km che partendo dal Campeggio Penisola Verde sulle rive del lago ha raggiunto, attraverso irti sentieri e boschi lussureggianti, il pianoro panoramico che da sempre è chiamato “Croz dell’Anza Rossa”; da lì i numerosi concorrenti sono scesi nel centro di Calceranica, a raccogliere il meritato applauso. In questo contesto, particolarmente interessante e innovativa si è dimostrata la prima edizione della corsa “Dalla piazza alla pieve” riservata ai giovani fra i 6 e i 14 anni: un percorso di soli 1,5 Km lungo l’erta che dal fondo valle, accarezzando S. Ermete, raggiunge l’antica Pieve di S.Maria Assunta, un itinerario che per lunghissimi secoli fino al 1970 i nostri avi hanno calcato quasi quotidianamente per la partecipazione ai riti religiosi. E l’abbinamento del momento ludico con la scoperta e la valorizzazione di questi nostri due autentici gioielli storico-architettonici (fra i più importanti dell’intera Valle) appare un aspetto decisamente intelligente, che vale sicuramente la pena di riproporre e di arricchire con ulteriori mirate iniziative.

Dal canto suo anche l’associazione F.C. Calceranica ha voluto essere della festa destinando il tardo pomeriggio della domenica a due singolari appuntamenti calcistici contrassegnati dalla simpatica denominazione “destra contro sinistra Mandola”. Due partitelle nelle quali, in un clima goliardesco e di estrema affabilità, si sono affrontati esclusivamente giocatori di Calceranica residenti rispettivamente alla destra e alla sinistra del torrente Mandola, un po’ come avveniva verso la fine degli anni sessanta del secolo scorso fra compagini assai raffazzonate di “calzeraneghi” e di “pivaroti”. Anche in questo caso l’intuito dei responsabili ha consentito di apportare al programma una interessante innovazione, quella di aver saputo allestire una partitella per i giovanissimi della sezione “Primi calci”, vissuta con il calore e la freschezza coinvolgente della prima adolescenza in un pomeriggio assolato e di puro divertimento.

A tutte queste belle iniziative, particolarmente gradite sia dalla cittadinanza che dagli ospiti, ha fatto da contorno la tradizionale offerta gastronomica, quest’anno gestita dalla Corale Polifonica: un felice ritorno alla sagra dopo sette anni di gestioni diverse ma altrettanto efficienti ed apprezzate, il tutto a dimostrazione delle capacità e delle qualità che le nostre associazioni sono in grado di offrire.

E proprio alla Corale e al suo direttore, ma in particolar modo alla sua sezione Giovanile, l’Amministrazione Comunale ha voluto dedicare un piccolo ma significativo spazio, con la consegna di un premio speciale in riconoscimento della recente affermazione con la fascia d’oro, conseguita al concorso nazionale 2015 di Lodi.

Anche questo è sagra, anche questo è vita del paese.

Ferruccio Martinelli

 

sagra3sagra2

sagra1sagra4