Papà in gioco – FESTA FINALE

Evento di chiusura del progetto “Papà in gioco”.
Sabato 16 dicembre dalle 15:30 alle 17:30 alla Sala Polivalente del Centro Giovani #Kairos di Pergine Valsugana (Via Amstetten, 11, 38057 Pergine Valsugana TN)

In questa particolare occasione verrà proiettato il video documentario realizzato da Cooperativa Sociale Relè e saranno premiati i papà più meritevoli che hanno preso parte al progetto.
Papà in gioco.jpg
Annunci

Ospitalità diffusa

E’ partita sotto i migliori auspici la prima serata di presentazione del progetto promosso da questa Amministrazione sulla Ospitalità Diffusa con la start-up CBS.

Ad aprire la serata di venerdì 24 novembre diversi livelli istituzionali che hanno portato il proprio contributo sul tema, evidenziando il significativo potenziale del comparto turistico in Valsugana e le variabili concrete di sviluppo.

Francesco Gabbi e Sara Carneri di CBS hanno così illustrato le caratteristiche del progetto, il timing ed i dati del caso.

Prossimo appuntamento giovedì 30 novembre , sempre alle 20:15 presso il Teatro S. Ermete, alla scoperta dei primi passi

Nell’aspettarvi numerosi mettiamo in calce le slide presentate.

 

slide_calceranica_24_11_2017 (1)

Voucher Culturale

Il “Voucher culturale” è un progetto pilota che prevede l’assegnazione di un contributo a favore dei figli minorenni delle famiglie numerose e delle famiglie beneficiarie del reddito di garanzia,in possesso della Family Card, per la fruizione di servizi culturali (scuole musicali, teatri e cinema) fruibili nel corso di un anno su:

1) SCUOLE MUSICALI: per la frequenza alle scuole musicali il voucher è pari al 70% della quota di iscrizione.

2) TEATRI/CINEMA: per gli ingressi/abbonamenti ai teatri/cinema il voucher consiste in un carnet di un valore complessivo di 100 euro costituito da 25 tagliandi del valore unitario di 4,00 euro utilizzabili dal minore nel corso di un anno.

Per la domanda c’è tempo fino al 30 novembre 2017, presso il Centro Servizi Culturali S. Chiara

Per maggiori informazioni

http://www.trentinofamiglia.it/Attualita/Archivio-2017/Ottobre/Voucher-culturale-la-cultura-in-formato-famiglia

Ospitalità diffusa a Calceranica al Lago

Al fine di valorizzare il patrimonio immobiliare di Calceranica e con esso il potenziale turistico del nostro territorio, nonché di creare opportunità lavorative locali, l’Amministrazione ha incaricato CBS (Community Building Solutions, una Start-Up innovativa di Trento) di sviluppare un progetto di ricerca-azione inerente l’ospitalità diffusa. L’obiettivo è quello di riattivare il tessuto comunitario attingendo al patrimonio sottoutilizzato e spesso dormiente delle seconde case, coinvolgendo sia i proprietari degli immobili sfitti che i cittadini che possono condividere professionalità e competenze o acquisirne di nuove.

Con questo percorso si intende verificare la fattibilità concreta di un modello per:

  • destagionalizzare l’offerta turistica nel cuore della comunità, superando la stagione estiva, organizzando un sistema di ospitalità diffusa pronto a soddisfare la domanda crescente di un modo diverso di vivere e godere del territorio
  • favorire la manutenzione degli immobili, riqualificando le seconde case senza pesare sulle tasche dei proprietari, migliorando così la qualità del patrimonio esistente;
  • creare opportunità lavorative locali riguardanti la ristrutturazione o messa a norma degli immobili, la fornitura di servizi condivisi, e la gestione flessibile del sistema di ospitalità diffusa operata scegliendo cosa gestire in autonomia e cosa in condivisione (pulizie, cambio biancheria, custodia, consegna chiavi, accoglienza ospiti, gestione portale).

Il progetto prevede di calibrare il sistema di ospitalità diffusa in base alle esigenze dei proprietari, tenendo conto delle loro possibilità e potenzialità gestionali, anche in termini di tempo, interesse e competenze. Una adesione significativa dei proprietari di immobili alla sperimentazione del progetto potrebbe facilitare alcune variabili di sviluppo come l’intermediazione con i portali per il contatto tra domanda e offerta di alloggi per vacanze o brevi periodi (ad esempio Airbnb, Booking) nonché la contrattazione di un pacchetto di finanziamenti per sostenere la manutenzione degli immobili.

Nel mese di ottobre 2017 è partita la prima fase di analisi del patrimonio immobiliare con la raccolta di dati funzionali all’operatività del progetto. Seguiranno, nelle serate di venerdì 24 e giovedì 30 novembre, due incontri di presentazione pubblica del progetto per illustrarne le potenzialità e registrare l’adesione dei proprietari alla sperimentazione.

Come altre riflessioni in corso anche questa progettualità mira a fare sistema e rafforzare la comunità, in questo caso anche in chiave economica, facendo leva sulle potenzialità di un circuito virtuoso di sviluppo territoriale legato ad un turismo consapevole e sostenibile. Si tratta quindi di stimolare la cura del patrimonio locale, cogliendone la vocazione turistica e sostenendone il potenziale sviluppo.

Il sistema di ospitalità diffusa a Calceranica al Lago è un progetto innovativo e potenzialmente di forte impatto, condiviso e co-finanziato dalla stessa Comunità di Valle Alta Valsugana e Bersntol come progetto pilota, che potrà essere esteso anche ad altre località del territorio.

Vieni a scoprire il progetto, venerdì 24 e giovedì 30 novembre, alle 20:15, al teatro Sant’Ermete di Calceranica

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti sul progetto, è possibile contattare CBS Solutions – email: info@cbs.tn.it , tel: 342 6818317

Primo bilancio positivo per la nuova Bau Beach di Calceranica

Come recentemente anticipato, il Servizio Bacini Montani provinciale ha rinnovato fino a tutto il 2020 la concessione per il mantenimento dell’area cani sul lungolago, dando così continuità all’iniziativa dell’amministrazione finalizzata a consentire a residenti e turisti, durante la stagione estiva, di accedere in tranquillità e sicurezza ad un tratto di spiaggia opportunamente delimitato in compagnia dei loro amici a quattro zampe.

Il bilancio della prima estate di apertura della bau beach, al termine del periodo sperimentale concluso lo scorso settembre, è positivo in quanto il servizio si è dimostrato indubbiamente di pubblica utilità. L’area è stata utilizzata con soddisfazione dai residenti e soprattutto dai turisti, che hanno molto apprezzato la possibilità di avere un accesso al lago in compagnia dei cani con cui sono venuti in vacanza a Calceranica. La stessa APT ha riportato numerosi rimandi e apprezzamenti positivi legati all’iniziativa, ed ha sviluppato, a rinforzo dell’attualità del servizio offerto, un’area tematica “Dog Friendly”sul proprio sito web. Inoltre non sono emersi problemi di gestione, infatti l’area è stata mantenuta pulita dai diretti fruitori, e si sono sviluppate delle dinamiche di autocontrollo fra detentori di cani che ben fanno sperare in una maturazione culturale legata alla gestione del bene comune. Infine, non si sono manifestate incompatibilità con i vicini bagnanti, comunque separati dalla recinzione predisposta.

In merito alla localizzazione della bau beach nel tratto di spiaggia ricompreso tra il pontile comunale e l’inizio della passeggiata pubblica, va innanzitutto ricordato che essa non era oggetto di valutazione ai fini del rinnovo della concessione: l’autorizzazione provvisoria era arrivata con specifico riferimento a posizione e metratura della zona in cui l’area è poi stata realizzata. A parte questo aspetto tecnico comunque non irrilevante, la valutazione fatta rimane secondo noi la scelta migliore. L’area è piuttosto riparata alla vista e sufficientemente lontana sia dal pontile comunale che dalle spiagge più affollate, e si trova in un tratto di spiaggia che anche prima era poco frequentato dai bagnanti perché spesso in ombra e vicino alla strada. E’ inoltre facilmente accessibile, a differenza della zona tra le spiagge Barche e Pescatore che non si può raggiungere senza passare attraverso tratti che di giorno sono interdetti ai cani, ed è fruibile per i turisti, a differenza dei tratti di lago in prossimità della stazione ferroviaria.

Va infatti ricordato che il servizio è rivolto in particolar modo ai visitatori, che si trovano in difficoltà se si prendono cura di un cane e decidono di recarsi al lago durante la stagione estiva. Senza l’istituzione di una spiaggia riservata, i proprietari dei cani si troverebbero nella condizione di rinunciare a frequentare le spiagge oppure di lasciare i propri animali a casa. La nostra amministrazione ritiene che sia un doveroso segno di civiltà accogliere gli animali e permettere l’accesso alla spiaggia anche ai cani accompagnati.  Il servizio offerto nella Bau Beach si colloca nel panorama più vasto di riqualificazione che sta interessando tutta la nostra fascia lago, con gli interventi previsti per la sistemazione di spiagge e passeggiate. In questo contesto è manifesta volontà dell’amministrazione aumentare i servizi offerti, nell’ottica di incentivare il turismo e di incrementare i servizi alla balneazione. Ciò permetterà sia di migliorare l’offerta che di monitorare la qualità ambientale delle nostre spiagge, affinché vengano garantiti e confermati i requisiti che ci hanno permesso di raggiungere l’ambito fregio della “Bandiera Blu”.