Attivo anche sui nostri punti lettura MLOL -MEDIALIBRARYONLINE

La Biblioteca Intercomunale Calceranica al Lago-Caldonazzo-Tenna ha aderito al servizio volto a diffondere la fruizione della consultazione online.

MLOL è una piattaforma digitale con la più grande collezione di contenuti, dalla narrativa alle riviste, ai film ed ai giornali. Il prestito può essere così utilizzato sia in biblioteca che a casa, su computer, smartphone, tablet ed e-reader.

Per accedere ai contenuti di MLOL basta essere iscritti ad una biblioteca pubblica del Sistema Bibliotecario Trentino.

Chiedi informazioni presso le nostre biblioteche!!

I LunAdì dell’Ortazzo 2018

Ritornano i LunAdì dell’Ortazzo !

Otto incontri ed un laboratorio, dal 05 marzo al 07 maggio 2018 , all’insegna della sostenibilità ambientale.

A Calceranica al Lago, Lunedì 12 marzo presso il Teatro S. Ermete, “BotanicaMente- l’intelligenza delle piante” con Stefano Delugan.

Per maggiori informazioni http://www.ortazzo.it/blog/

Vi aspettiamo numerosi!

Pinocchio, storia di un burattino

Segnaliamo l’evento che si terrà domenica 25 febbraio 2018 presso il nostro teatro.

La Banda Civica di Borgo Valsugana e Matteo Ferrari presentano “Pinocchio, storia di un burattino”,  fiaba musicale ispirata alla famosa storia di Carlo Collodi.

Domenica alle 17:00 presso il teatro S. Ermete a Calceranica al Lago. Tutta la banda sul palco accompagnerà Pinocchio che racconterà le proprie avventure, con i suoi compagni di viaggio: il grillo parlante, la fatina, il burattinaio Mangiafoco, il gatto, la volpe e Lucignolo. Uno spettacolo ricco di sorprese anche grazie al lavoro dell’attrezzista e pupazzara Nadia Simeonova e del lighting designer Michele Chiusole .

Regia e adattamento di Matteo Ferrari , direzione musicale Alessio Tasin . Ingresso gratuito.

“Come relazionarsi con gli altri attraverso la ricerca introspettiva” – 2 marzo 2018

Sarà una serata all’insegna della cultura del benessere emotivo quella di venerdì 2 marzo presso il Teatro S. Ermete di Calceranica al Lago.

In collaborazione con la Biblioteca Intercomunale – Punto lettura di Calceranica al Lago ospiteremo l’associazione di promozione sociale Osservatorio Interiore.

A guidarci in questo piccolo viaggio:

Antonella Giannini, psicologa e psicoterapeuta, Presidente dell’Osservatorio Interiore, promotrice della ricerca Introspettiva come strumento conoscitivo del proprio mondo interiore.

Aurora Mazzoldi, pittrice, scrittrice e ideatrice di una nuova forma di Arte Introspettiva,
intesa come rappresentazione delle dinamiche del subconscio. Autrice del libro “Le Mie Madri – Arte Introspettiva”.

Serata aperta a tutta la Cittadinanza, vi aspettiamo numerosi/e!

Si raccomanda la prenotazione ,
allo 0461/723148 oppure via e-mail all’indirizzo calceranica@biblio.infotn.it

comerelazionarsi

 

Centro Aggregazione Giovanile Altopiano della Vigolana – la rassegna cinematografica

Segnaliamo l’evento previsto per mercoledì 14 febbraio alle 20:30, presso il Centro di Aggregazione Giovanile sull’Altopiano della Vigolana (Via F.Filzi) nell’ambito della Rassegna cinematografica “Manuali d’Istruzione” in collaborazione con l’Associazione CIAK e Per Nient. Il film “Monsieur Lazhar” sarà di stimolo e riflessione sul mondo dell’educazione e dell’insegnamento. Da non perdere! 
Durante la serata sarà disponibile uno spazio per i più piccoli con un educatore, mentre i più grandi si gustano il film.

M’illumino di Meno 2018

Aderisce anche quest’anno la nostra Amministrazione all’iniziativa M’illumino di Meno promossa da Radio2 -Caterpillar. Un gesto concreto volto alla sensibilizzazione ambientale e verso stili di vita sostenibili, che accogliamo con lo spegnimento simbolico dell’illuminazione pubblica (Via Lungo Lago e Centro Storico).

L’appuntamento al buio è previsto per venerdì 23 febbraio dalle 18 :00 alle 19:00.

Cogliamo l’occasione per appuntare qui il decalogo di M’illumino di Meno per il risparmio energetico e per uno stile di vita sostenibile:

1. spegnere le luci quando non servono.
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria.
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne.
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
10. utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città.

1517226804004_millumino-di-meno-2018-grafica-rossa

Assegno Unico Provinciale

Si tratta di una misura promossa dalla Provincia di Trento per contrastare la povertà e permettere a tutti i nuclei familiari di raggiungere una condizione economica sufficiente a soddisfare i propri bisogni.

L’Assegno è rivolto anche a chi possiede redditi bassi, ma che rischia di scivolare verso una condizione di povertà, contemplando così una quota di sostegno al reddito.

Una quota dell’assegno unico provinciale mira al soddisfacimento dei bisogni particolari della vita del nucleo familiare per:

a) il mantenimento, la cura, l’educazione e l’istruzione dei figli minori e dei soggetti minori equiparati ai figli minori;
b) l’accesso ai servizi relativi alla prima infanzia;
c) il sostegno alle esigenze di vita dei componenti invalidi civili, ciechi civili e sordi del nucleo familiare.

Con l’Assegno Unico sarà sufficiente un’unica domanda. La richiesta del beneficio è presentata da un componente del nucleo familiare. La domanda va presentata all’Agenzia provinciale per l’assistenza e la previdenza integrativa, anche per il tramite degli sportelli periferici di assistenza e informazione al pubblico della Provincia o dagli istituti di Patronato o assistenza sociale.