Aree Cani

Il gruppo di maggioranza dell’amministrazione comunale si è recentemente attivato per esaminare un tema sempre più sentito dalla cittadinanza: la regolamentazione sull’accesso e transito dei cani nelle aree pubbliche. Nella situazione attuale, regolamentata dall’ordinanza del Sindaco N. 1/99 del 1999, vige il divieto assoluto di accesso per i cani, anche se tenuti al guinzaglio, a tutti i parchi pubblici e all’intera zona lago.

In conformità con il programma elettorale della lista Calceranica Viva, stiamo elaborando nuove proposte per rivedere questi divieti, nell’ottica di garantire una fruizione delle aree pubbliche anche ai proprietari di cani durante le loro passeggiate. Nel contempo, siamo pienamente consapevoli del fatto che ogni intervento in merito deve tenere in considerazione problematiche di sicurezza e regole di comportamento, e che questo tema tocca sensibilità ed esigenze diverse: da un lato i proprietari dei cani chiedono di poter accompagnare il loro amico a quattro zampe senza incorrere in sanzioni; dall’altro c’è chi correttamente nota atteggiamenti irrispettosi e chiede l’introduzione di regole che possano essere rispettate. Presupposto che il buon senso dovrebbe prevalere in entrambi i punti di vista, ci piacerebbe che l’elaborazione delle decisioni su questo tema fosse discussa da tutti, così da attuare la soluzione che si sente essere la migliore e più condivisa.

A tale proposito, e nell’ottica di aprire una nuova stagione di confronto e partecipazione della comunità alle scelte dell’amministrazione, intendiamo raccogliere il punto di vista della cittadinanza in merito alle seguenti iniziative:

  1. Rimozione del divieto di accesso ai cani nei parchi pubblici (parco Aoni, parco miniera, piazzale erboso della chiesa della Pieve, etc.), fermo restando l’obbligo di circolazione al guinzaglio e quello di raccolta degli escrementi del proprio cane tramite gli appositi sacchetti pena l’erogazione di forti sanzioni.
  2. Rimozione del divieto di accesso ai cani nelle passeggiate lungolago, fermi restando gli obblighi di cui sopra, limitatamente ai periodi dell’anno e/o alle fasce orarie a poca affluenza turistica (indicativamente da ottobre a maggio, e durante l’estate in orario serale o la mattina presto).
  3. Rimozione del divieto di accesso sul lungolago, fermi restando gli obblighi di cui sopra, anche nel periodo estivo ma limitatamente ad aree specifiche ben delimitate. L’ipotesi su cui stiamo attualmente lavorando è quella di permettere l’accesso ai cani al guinzaglio nella piccola spiaggia tra il pontile comunale e l’inizio della passeggiata che porta verso le Barche.
  4. Realizzazione, successiva all’acquisizione dei pareri necessari da parte delle autorità competenti, di aree dedicate ai cani, opportunamente recintate e regolamentate, in cui gli animali possano essere liberati sotto la supervisione dei padroni. Le ipotesi su cui stiamo attualmente lavorando riguardano la creazione di una “bau beach” nella spiaggia attigua al pontile comunale, e di una zona dedicata nei pressi del parco della miniera (area che scende dal parco verso il torrente Mandola)

Nella speranza che queste proposte vengano accolte con favore e possano dar vita a una serena convivenza, questa consultazione pubblica rimarrà aperta nel periodo dal 27 luglio al 3 agosto. Vi invitiamo a cogliere l’occasione di dire la vostra, inserendovi nel dibattito e portando proposte e suggerimenti!

Nota: il seguente sondaggio non ha valore statistico né vincolante, ma meramente consultivo. Per questo motivo invitiamo gli utenti a non limitarsi a scegliere una o più opzioni del sondaggio, ma piuttosto ad argomentare la propria posizione lasciando un commento scritto. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Annunci

15 pensieri su “Aree Cani

  1. Credo che al giorno d’oggi, con i cani che sempre più sono dei veri e propri “amici a quattro zampe”, permettere loro di accedere alle aree pubbliche, assieme ai loro padroni che sono responsabili delle loro azioni, sia una scelta di buon senso che si deve attuare rapidamente.

    Mi piace

  2. Utopia, i cani scappano, cagano , e pisciano. e il padrone non può farci nulla, raccogliere la cacca col sacchettino non vuol dire pulire, il piscio e la cacca rimane li a profumare le vostre belle location, il 90% dei padroni lasciano i bisogni dove sono. I parchi devono essere riatrezzati per i BAMBINI no per i cani Questa primavera davanti alla porta della scuola materna era piena di cacca ” canina ” . La fascia oraria lungo lago mi fa ridere, pagare un viglie o un’adetto al controllo di tale cosa è assurda. il divieto deve rimanere. No allo sbando. Non fatemi rimpiangere il voto DATO. Trovate un posto adatto anche a Loro ma no sulle SPIAGGE E AI LUOIGHI PUBBLICI.

    Mi piace

  3. Ma non sarebbe meglio riqualificare i parchi che al momento fanno abbastanza pietà per i nostri bambini. Tra l altro già abbastanza sporchi di feci .

    Mi piace

  4. Grazie per questa bella manifestazione di democrazia che mi sento di dire rispecchia perfettamente quello da voi proposto sul programma elettorale ed esposto molto chiaramente agli incontri. Avendo un cane posso dire alla signora che ha lasciato il commento in precedenza che il 90% dei padroni pulisce accuratamente e che purtroppo le feci che si trovano in giro, molto spesso, SONO UMANE!! Ne ho trovate varie volte lo scorso inverno nel parco degli Aoni assieme a spazzatura e scritte discutibili sui muri pubblici e privati. E quante volte ho visto mamme far fare la pipì ai loro bambini direttamente nel prato della spiaggia? E tanti “signori fintamente per bene” che urinano allegramente sui tronchi degli alberi? Davvero prendersela con i cani mi fa pensare che siamo molto lontani dalle manifestazioni di civiltà e di buon senso che dovremo aver acquisito da anni!! Certo chi lascia le feci è massimamente incivile ma sono convinta che lo sarà anche in altri ambiti come lo smaltimento della spazzatura domestica e altro. Levico con la sua splendida spiaggia aperta a tutti, compresi i cani, ci sta dando una bella lezione di accoglienza e civiltà per non parlare delle bau Bach disseminate in tutti i mari e il Garda che è accessibile quasi totalmente ai cani!! Cerchiamo una piacevole convivenza di tutti con tutti, facciamo si che i padroni dei cani siano esortati a scegliere Calceranica per sguazzare con l’amico a 4 zampe e per le passeggiate autunnali anziché altre località. Creiamo le condizioni affinché i bambini non temano gli animali ma possano crescere in loro compagnia. Certo i parchi possono essere migliorati ma per ogni cosa ci vuole tempo e dai piccoli gesti si intendono le grandi intenzioni. BRAVI!

    Mi piace

  5. L’iniziativa è lodevole ma mi lascia qualche perplessità. Considerando che ultimamente gli invasi del torrente Mandola sono diventati piscine per molti cani e che spesso nei parchi ne girano molti mi chiedo chi dovrebbe controllare e sanzionare questi comportamenti. Il problema purtroppo non sono i cani ma i padroni di questi ultimi. Non credo sinceramente che le risorse a vostra disposizione possano permettervi di assumere ulteriori vigili che possano controllare costantemente i parchi e le spiagge e non credo che le spese che dovreste sostenere per la realizzazione pulizia e disinfezione di una eventuale bau beach sarebbero irrilevanti. Credo che per ora dovreste concentrarvi di piú su la sistemazione di tutte le aree comunali per un facile utilizzo da parte dei bambini. Fermo restando queste considerazioni approvo la vostra idea ma spero che abbiate giá le idee ben chiare su dove trovare le risorse per la realizzazione di tutto questo. spero che riuscirete a trovare un buon compromesso per tutti. Grazie per la vostra disponibilità al dialogo e al confronto. Buon lavoro

    Mi piace

    • i Bau Beach da mia parere possono benissimo essere dato in gestione, e cosi per l’amministrazione cade il obbligo di controlli e anche eventuale spesa di “pulizia” che spesso pero confronto animali acquatici come oche anatre cingi manca, e sappiamo tutti le feci di tale animali sono davvero portatori di malattie differente come forse qualche goccia di pipi di un cane domestico che vive strettamente tutti giorni con la sua famiglia e suoi bambini…

      Mi piace

  6. il problema, come contenuto nella premessa dell’amministrazione comunale, non consiste nei cani ma nei padroni, incivili, disattenti e menefreghisti. Ogni concessione libertaria dovrebbe essere accompagnata da sorveglianza attenta e sanzionatoria per i furbastri, quindi da dimenticare per costi e problemi organizzativi. con ciò non resta che restringere la libertà degli amici dell’uomo, purtroppo. Grazie per la Vostra buona volontà.

    Mi piace

  7. Sono favorevole come già espresso alle nuove proposte; credo fermamente al principio del buon senso e civiltà, che purtroppo a volte ( spesso ) manca.
    Esempio: passando davanti alla stazione ferroviaria ho visto sempre immondizie ,sulle scale che collegano la ciclabile e nel parco del tennis addirittura feci umane !!!
    Sul lago di Garda, Torbole e altri posti, ho visto come viene regolamentato l’accesso dei cani : nel periodo estivo l’accesso alle spiagge è consentito in fascie orarie , prima delle 9 e dopo le 19. Nel periodo invernale nessun divieto. Dobbiamo prendere esempio da chi ci fa “scuola turistica” !!!
    Ma i cavalli possono passare ovunque ?
    CIVILTA’ ED EDUCAZIONE SEMPRE !!!!!!!

    Mi piace

  8. Lasciate perdere i cani, che già sono super coccolati dai loro padroni, e fate un parco decente ai bambini della scuola materna, che se non fosse stato per i privati, sarebbero ancora senza un misero parchetto giochi. Considerando che devono tutte le volte attrasversare la STATALE per andarci. Altro che BAU BEACH……..

    Mi piace

  9. Salve, sono molto felice che la vostra amministrazione si prende su cuore questo problema,, e vorrei lasciare qualche considerazione,
    Credo per un comune turistico che ha molti campeggi ( e campeggi sono la formula preferita di vacanze di proprietari di cani) ha anche un certo obbligo di garantire al turista questa opzione.. chi viaggia con cane in camper tenda o bungalow, non può lasciare il cane chiuso in tale per andare in spiaggia neanche per 10 minuti… quindi chi vuole venire al lago con cane o infrange una legge un ordinanza o un regolamento.. per poter accedere alla spiaggia…
    poi il tribunale amministrativo ha chiaramente nella sua sentenza declarato il obbligo di proporzionalità garantendo a tutti cittadini i diritti costituzionali ( http://www.quotidianoentilocali.ilsole24ore.com/pa24.php?idDoc=26015697&idDocType=3) .
    poi rimane ancora il fattore che oggi come oggi non si può negare in una civiltà la presenza dell cane… questo splendido animale ha fatto suo parte per l’evoluzione dell umanità, ha aiutato e si ha sacrificato. vive in stretta dipendenza confronto noi. e noi in dipendenza affettiva. confronto loro… per molte persone vivere una domenica senza il proprio animale una domenica triste.. e considerando in tempi di crisi il settore petuno di quei pochi che in continua crescita.. vi chiedo vogliamo davvero perdere questo treno e lasciare perdere questa risorsa.. invece magari essere un esempio.. creare una BauBeach di eccellenza. che rende nostro lago un attrazione , e migliora la convivenza tra uomo e animale… questo estate a moltissime persone stato salvato la vita grazie ai cani.. e non erano sempre solo cani bagnini… credo con una splendida BauBeach che può essere un attrazione per nostro territorio promuovere fino al estero nostro lago… si può anche dare la dimostrazione che si può e incentivare la buona educazione e il buon senso confronto tutti… persone che amano questi splendidi animali e anche loro che non piacciono o hanno paura… basta creare un attrattivo luogo per ciascuno e cominciamo di applicare un po più tolleranza confronto il prossimo anche se lui piacono le cose diverse… credo siamo maturi di farlo..
    IO CI CREO!

    Mi piace

  10. Trovo giusto che anche chi possiede un cane possa portarlo in luoghi aperti a tutti. E’ necessario però tener presente che il diritto di ognuno termina dove comincia il diritto dell’altro. Ad esempio, il cane che rincorre il podista che si allena limita il diritto di quest’ultimo perché è costretto ad interrompere la sua attività, rischia un morso (è già avvenuto) e comunque rovina la tranquillità della corsa. Di solito il padrone si giustifica dicendo che il cane è buono, non fa nulla e vuole solo giocare; in genere rispondo che io non ho alcuna voglia di giocare col cane, che non sono obbligato a farlo e che non sono nemmeno il suo giocattolo. Per questo ritengo giusto che ci siano dei luoghi dove i cani possano correre senza guinzaglio e senza infastidire nessuno. Per i parchi l’argomento si fa più complesso. I genitori o nonni lasciano liberi i bambini di giocare e correre nel parco ritenendo che, per sua natura, il luogo sia pulito, sicuro e facilmente controllabile. Se si lasciano liberi i cani anche nei parchi, la relazione tra i vari utenti diventa necessariamente conflittuale in quando gli interessi sono diversi. Del resto, se si creano luoghi dedicati ai cani, perché non ci dovrebbero essere luoghi dedicati ai bambini? Come sempre la soluzione va cercata nel dialogo ed è necessario confidare nel buon senso e nella buona educazione delle persone (anche se la realtà ci mostra che talvolta ce ne dimentichiamo).
    Buon lavoro.

    Mi piace

  11. sono d’accordo sull’area cani! Si parla tanto di non abbandonare i cani, multe e persino l’arresto sull’abbandono!! Poi decidi di prenderti cura di un animale e non puoi muoverti!! Divieti ovunque anche in montagna o nei prati!!! Inoltre non trovo giusto che non puoi goderti una passeggiata lungo lago con il tuo amato cane o di una giornata di sole al lago!!!
    Non è giusto che mentre tutti vanno a rinfrescarsi sulle rive del lago il mio cane deve stare rinchiuso in casa!!
    Mi rendo conto che ci si lamenta per il cane che sporca!! ma avete mai visto come l’essere umano lascia le spiagge la domenica sera ? C’è da vergognarsi!! Altro che cani!!! Grazie se riuscirete a migliorare la situazione attuale!!
    Anna

    Mi piace

  12. Favoloso portare il proprio cane alla bau beach a Calceranica! Con tutte le persone che oggi giorno viaggiano con il proprio amico a quattro zampe credo l’iniziativa sarebbe un richiamo turistico in una zona dove si vive anche di questo.
    Utopia pensare che tutte le persone raccolgano le deiezioni dei propri cani, come del resto utopia è pensare che tutte le persone, non sporchino il suolo pubblico con immondizie di tutti i generi, rispettino i limiti di velocità in paese e molte altre regole civili in genere.. Per fortuna i più stanno alle regole e se ci sono servizi migliori per conto mio il cittadino è predisposto a rispettare ancora di più le regole . Quindi qualche cestino in più agevolerebbe tutti, forse anche chi non ci pensa proprio a raccogliere escrementi dei propri cani.
    Una tradizionale passeggiata che a Calceranica si fa con il proprio cane è il giro lago,- via andanta, la zona è purtroppo in parte sprovvista di cestini. trovo giusto che in via tartarotti ( zona caserma dei pompieri). in zona capitello e zona incrocio con spiaggia dei pescatori siano messi dei cestini utili per evitare lunghi tratti di passeggiata con indesiderati sacchetti!
    Spero in un”apertura della cittadinanza a queste tematiche, grazie e buon lavoro

    Mi piace

  13. Se nel 1999 l’ aministrazione pubblica con ordinanza del Sindaco N. 1/99, vige il divieto assoluto di accesso per i cani, anche se tenuti al guinzaglio, a tutti i parchi pubblici e all’intera zona lago. Probabilmente perche prima èra diventata una situazione insostenibile Vorrei capire cosa è cambiato da allora? Il lupo perde il pelo ma non il vizio, e lo sappiamo tutti. Io ricordo che sono dovuti ad arrivare all’ordinaza odierna in quanto tutto sfuggì di mano e le spiagge èrano diventate inacettabili. E pure si parlava anche allora di controlli e multe. Non ditemi o fatemi esempi come riva ecc ecc. Qui è tutto diverso sia la locazione ed il perido di villeggiatura. E comunque la legge odierna non viene rispettata da padroni incivili che sene fregano altamente basta fare una passeggiata la sera per scoprirlo.. Figuriamoci quando le regole cessano di esistere. Al paeseb sembra più un capriccio Privato di qualche o più consiglire. Stiamo FRESCHI. tanto arriva l’inverno….

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...